L’inizio del mio viaggio Dukan


Eh si, è questo che ho pensato quando a metà Dicembre 2011 ho deciso di andare in libreria, acquistare il libro: ”La dieta Dukan” e regalarmi per il 2012 una nuova vita.

Era da mesi e mesi che sentivo parlare di questa dieta che spopolava in Francia e che aveva riscosso successo anche in Italia e Spagna… la curiosità era tanta, ma poi mi dicevo “ecco la solita dieta che promette…promette e poi si riprendono tutti i Kg persi con gli interessi!!” e questo mio pensiero mi aveva impedito di informarmi sui principi su cui si basava, sulle testimonianze e quindi di crearmi un “mio” pensiero.

Tutto questo fino a quando una mattina, in uffico, incontro una collega che non vedevo da circa 5 mesi… ed eccotela lì… da obesa a normopeso… ma cosa era successo? Semplice risposta: Dieta Dukan. L’interesse quindi diventa reale, faccio domande, cerco in internet e alla fine mi ritrovo in libreria con un libro in mano e tante speranze.

Inizio a leggere e a cercare di capire su cosa si basa questa dieta e contro ogni mio pronostico e superando ogni pregiudizio mi dico: ”Mi piace proprio… chissà se la Dukan può cambiarmi la vita”.

Il passo, da questa frase al 2 Gennaio 2012, è davvero breve: l’iscrizione al sito ufficiale della dieta Dukan, la spesa specifica per la “fase di attacco” (avrò modo di spiegare le fasi più approfonditamente più avanti), l’organizzazione dei pranzi, delle cene,  la scelta del peso che vorrei raggiungere e scoprire che mi “appaga” se dimagrisco di 17 Kg, e la scelta di aprire questo sito… ed eccomi qui a fare già il bilancio di questa prima giornata!

1° GIORNO:

La sveglia suona come al solito alle 06:00 e ricordo perfettamente di aver pensato:” Primo risveglio con Dukan… ahahahah”.

La colazione era già quasi pronta dal giorno prima e quindi: Thè verde sul fuoco, la “famosa” crepe di crusca d’avena e uno yogurt allo 0,1% it.wikipedia.org.

Finita la colazione mi preparo il pranzo e la merenda da portare in ufficio: 1 yogurt magro allo 0,1%, 2 etti di fesa di tacchino a fette, 1 etto di bresaola e 1 crepe di crusca d’avena.

Durante la mattina mi è capitato varie volte di sentire fame e così ogni tanto mangiavo una fetta di tacchino o bresaola: facendo così sono arrivata tranquillamente al pranzo… pomeriggio uno yogurt e via…

I primi problemini sono arrivati nel pomeriggio, quando ho iniziato a sentire un forte peso allo stomaco e un pò di giramenti di testa. Arrivata a casa misuro la pressione: 110 su 80… perfetta, passo a controllare la glicemia: 82… perfetto anche questo, e allora cos’è? Mancanza di liquidi non può essere perchè ho bevuto ben 2 litri d’acqua, carenza di vitamine https://it.wikipedia.org/wiki/Retinolo? Difficile già dopo solo un giorno… Fatto sta che mi sono fatta varie tisane, camomille calde e piano piano la situazione è migliorata… Forse è semplice stanchezza e in realtà mi devo ancora riprendere dal Capodanno e dalle festività natalizie… chissà… spero che domani vada meglio.

Mi sento motivata, carica e positiva e spero che questi strani malesseri che ho avuto oggi passino in fretta, perchè non voglio assolutamente bloccarmi o rallentare il percorso!

Bhè, che dire, vi dò la buona notte lasciandovi la canzone che ha accompagnato in questa mia prima giornata di lotta!

Rate this post